Travelling exhibitions


Over the course of these decades, I have organized over 1600 exhibitions across Europe. There were events related to long-term projects or reports carried out on behalf of large humanitarian organizations and cultural foundations.
The exhibitions are also a good opportunity to present my books dedicated to the memory of conflicts and forced migrations.
Here is a list of the exhibitions available. I remain at your disposal for further contacts. Thanks for your attention.


Nel corso di questi decenni ho organizzato più di 1600 mostre in tutta Europa. Sono stati eventi legati a progetti di lungo periodo o reportage svolti per conto di grandi organizzazioni umanitarie e fondazioni culturali.
Le mostre sono anche una buona occasione per presentare i miei libri dedicati alla memoria dei conflitti e delle migrazioni forzate.
Ecco un elenco delle mostre disponibili. Resto a vostra disposizione per ulteriori contatti. Grazie per la vostra attenzione.


Inside the Balkan Route è un vero e proprio documento che testimonia la vita e la morte dei profughi lungo la Rotta Balcanica. Questa mostra è il prodotto di un anno di progetto finanziato da Medici senza Frontiere nell'anno 2016. Si tratta di un racconto per testo e immagini che parte dall'Isola di Lesbos, vicino alle coste della Turchia per arrivare fino alla frontiera tra Slovenia e Italia. Le fotografie nascono dalla scelta di vivere come i profughi per capire le tragedie realmente accadute lontano dagli occhi delle videocamere e mai narrate dai media mainstram. Parliamo di violenza, di torture e di totale negazione dei diritti umani. Le fotografie e le interviste esclusive sono arricchite da un video molto drammatico. Ringrazio per la collaborazione MSF, Sea Watch e Amnesty Intl.


Inside the Balkan Route is a real document that testifies the life and death of refugees along the Balkan Route. This exhibition is the product of a one-year project funded by Doctors without Borders in 2016. It is a story for text and images that starts from the Island of Lesbos, near the coasts of Turkey and reaches the border between Slovenia and Italy. The photographs are born from the choice to live like the refugees to understand the tragedies that really happened far from the eyes of the videocameras and never narrated by the mainstream media. We are talking about violence, torture and denial of human rights . The exclusive photographs and interviews are enriched by a very dramatic video. Thanks for the collaboration MSF, Sea Watch and Amnesty Intl.


Boat People, boat dream
Questa è una mostra fotografica dedicata ai profughi che arrivano in Italia via terra o attraverso la rotta del Mediterraneo. Grazie alla collaborazione con MSF ho documentato da vicino le storie di migranti entrati irregolarmente nel nostro Paese e costretti a vivere nella povertà, nella fame, nella paura e sfruttati dal caporalato per lavorare come schiavi in agricoltura. Molte immagini esclusive sono state scattate all'interno dei CIE, nella Piana di Gioia Tauro, nella provincia di Foggia e a Castel Volturno. Al tempo stesso ho raccontato positivi esempi di inserimento sociale compiuti da numerose ONG. Una mostra molto utile anche dal punto di vista didattico.


Boat People, boat dream
This is a photographic exhibition dedicated to refugees arriving in Italy by land or through the Mediterranean route. Thanks to the collaboration with MSF I have closely documented the stories of migrants entering irregularly in our country and forced to live in poverty, hunger, fear and exploited by the mafia to work as slaves in agriculture. At the same time I told positive examples of social inclusion carried out by numerous NGOs. A very useful exhibition also from the didactic point of view.


Beyond the wall
40 Color and B&W prints selected from my historical archive help us to remember the fall of the Berlin Wall, life in the GDR and the unification of Germany.


Oltre il Muro
40 Stampe a colori e in B/N selezionate dal mio archivio storico ci aiutano a ricordare la caduta del Muro di Berlino, la vita nella DDR e l'unificazione della Germania.


Balkans 1991-1999
The exhibition collects images produced during the long conflict in the former Yugoslavia. A tragic story to which I have dedicated 10 years of my life.


Balcani 1991-1999
La mostra raccoglie immagini prodotte durante il lungo conflitto nella ex-Yugoslavia. Una tragica vicenda a cui ho dedicato 10 anni della mia vita.


Side effects
Collection of photographs documenting the side effects of modern wars. Color prints mounted on dibond accompanied by an exclusive video shot in northern Congo.


Effetti collaterali
Raccolta di fotografie che documentano gli effetti collaterali delle guerre moderne. Stampe a colori montate su dibond accompagnate da un video esclusivo girato nel nord del Congo.


Legacy of Agent Orange - Vietnam 40 years later
There are never ended wars. The population of Vietnam has been suffering from a terrible syndrome for more than 40 years due to the dioxin used by the US army in the 70s to defoliate the jungle and target the Vietcong guerrillas. A rare documentation denouncing the long-term effects of the chemical war.


Legacy of Agent Orange – Vietnam 40 years later
Ci sono guerre che non finiscono mai. La popolazione del Vietnam è vittima da più di 40 anni di una sindrome terribile dovuta alla diossina usata dall'esercito USA negli anni '70 per defoliare la giungla e colpire i guerriglieri Vietcong. Una rara documentazione che denuncia gli effetti di lungo periodo della guerra chimica.


Unknown: populations on the edge of Europe
There are places in Europe where time has stopped. In our day it seems impossible but forgotten populations still living according to their traditions on the margins of technological society. A truly unique anthropological documentation. The exhibition includes large color and B/W prints, videos and texts with exclusive interviews.


Sconosciuti: popolazioni ai margini dell'Europa
Ci sono luogo in Europa dove il tempo si è fermato. Ai nostri giorni ci sembra impossibile ma esistono popolazioni dimenticate che vivono secondo le loro tradizioni ai margini della società tecnologica. Una documentazione di carattere antropologico davvero unica. La mostra comprende grandi stampe a colori e B/N, video e testi con interviste esclusive.


Hiroshima, the nuclear holocaust
Large B/W 70x100 images made available by the Hiroshima Holocaust Museum allow us to remember the destruction and death caused by the atomic bomb dropped by the USA on August 6, 1945 on a city populated by unarmed civilians. The images are accompanied by the precious interviews collected among the survivors of this huge tragedy during a trip in 2016 to the Land of the Rising Sun.


Hiroshima, olocausto nucleare
Grandi immagini in B/N 70x100 messe a disposizione dal Museo dell'Olocausto di Hiroshima ci consentono di ricordare la distruzione e la morte causata dalla bomba atomica sganciata dagli USA il 6 agosto del 1945 su una città popolata da civili inermi. Le immagini sono accompagnate dalle preziose interviste raccolte tra i sopravvissuti di questa immane tragedia durante un viaggio svolto nel 2016 nel Paese del Sol Levante.