Conflitti e migrazioni
Fotografia e dibattiti intorno ai fatti del nostro tempo. Progetti didattici.



Livio Senigalliesi, fotogiornalista con decennale esperienza in aree di conflitto, segue da più di 20 anni con attenzione e sensibilità le rotte migratorie che portano i profughi in fuga dalla guerra ad approdare sulle coste del nostro Paese.
Ne segue gli sbarchi, la dura vita quotidiana e il faticoso inserimento sociale.
E' stato spesso invitato nelle Scuole Medie, Superiori e in varie Facoltà Universitarie in qualità di testimone del nostro tempo.


Durante gli incontri con gli studenti, Senigalliesi racconta i retroscena di un lavoro difficile e approfondisce con proiezioni di immagini e testimonianze personali i conflitti vissuti in prima linea e le gravi conseguenze per le popolazioni civili, divenute le vittime delle guerre moderne.
Le crisi umanitarie a cui assistiamo in questo periodo sono una conseguenza diretta delle guerre e della povertà che affliggono molte regioni del pianeta.


Pur avendo lavorato in qualità di inviato per i maggiori giornali nazionali ed esteri, Senigalliesi ha sempre pensato che mostre ed incontri con gli studenti fossero un mezzo determinante per approfondire storie che spesso non trovano posto sui giornali o nelle televisioni


La sinergia con il corpo docente nell'ambito della preparazione degli incontri e l'empatia che si sviluppa con gli studenti, rendono questo progetto didattico molto utile alla comprensione delle problematiche dei nostri giorni e permettono di coprire anni di storia recente spesso non trattati dai programmi ministeriali.


E' possibile tarare il contenuto degli incontri a seconda delle esigenze delle varie scuole. In un Liceo Artistico – per esempio - si presterà maggiore attenzione a fattori legati alla tecnica fotografica, alla composizione e produzione dell'immagine senza tralasciare l'uso delle tecnologie digitali.
Al Liceo Classico e Scientifico si prediligerà un taglio più storico in cui la fotografia rimane il documento inconfutabile dal quale partire per un'analisi critica dei fatti. All'Università l'approcciò è più approfondito e specialistico e dedicato a studenti adulti che si avviano alla professione giornalistica.


Tempistica: dopo aver incontrato il corpo docente ed aver scelto con loro i temi più consoni, si passa alla fase operativa. Considerando la complessità degli argomenti propongo sempre più di un incontro per ciascuna classe in modo che ci sia tempo di dialogare e sviluppare sinergie e approfondimenti. Ogni incontro avrà la durata di un'ora e mezza, tempo utile a introdurre il mio lavoro, proiettare alcune immagini tratte dal sito, discutere i temi in oggetto e lasciare spazio alle domande degli studenti. Saranno i dirigenti didattici a valutare la possibilità di trovare spazio e tempo idoneo a questi incontri.


Generalmente i temi trattati fanno riferimento a momenti storici come la caduta del Muro di Berlino, la guerra nella ex-Jugoslavia, crisi mediorientali, ISIS e terrorismo, genocidi passati e recenti (dalla Shoah al Ruanda e Cambogia), Vietnam e le conseguenze della guerra chimica, Caucaso, violenza e stupro etnico, Diritti Umani e ruolo della Nazioni Unite nelle aree di conflitto, bambini soldato, Congo: una guerra senza fine legata al consumismo occidentale.


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Inoltre tengo workshop specifici con un taglio professionale per chi ha intenzione di lavorare in condizioni difficili come zone di conflitto, carestie o disastri naturali.


A chi è dedicato: professionisti o semi-professionisti con solide conoscenze di fotografia e forti motivazioni. Studenti scuole di fotografia (diplomati e laureati).


BEING A WAR REPORTER


Visione portfolio e analisi delle motivazioni dei corsisti


Come cercare una storia


Principali fonti d’informazione


Fattibilità, rischio e benefici


Bibliografia e studio storico/politico dell’area in cui si andrà ad operare


Finanziamento progetti e sbocchi professionali


Crowdfunding, raccolta fondi via web


NGO, Fondazioni, Nazioni Unite


Burocrazia e logistica


Visti e vaccinazioni, equipaggiamento


Procedure di sicurezza


Comunicazioni e trasferimento dati


Gestione dello stress


Editing funzionale


Conclusioni e dibattito con i corsisti


Con chi: Livio Senigalliesi, fotogiornalista con decennale esperienza nel reportage sociale e in zone di conflitto (www.liviosenigalliesi.com)


Durata: 16 ore ripartite su 2 o 4 gg a seconda della disponibilità di tempo dell’autore e dei corsisti


Numero partecipanti: massimo 8, minimo 4
Il workshop può essere realizzato anche all'interno di Master di Specializzazione in cui l'autore può dare un contributo esterno in base alla sua decennale esperianza sul campo.


Info – iscrizioni: contatti@liviosenigalliesi.com